Gio' Pomodoro

Panoramica

La galleria Eduardo Secci è lieta di annunciare la retrospettiva dedicata a Gio’ Pomodoro, con testo critico di Sergio Risaliti, che verrà inaugurata venerdì 16 settembre 2022 (dalle ore 11.00 alle 20.00) negli spazi espositivi di Firenze (Piazza Carlo Goldoni 2) e sarà visitabile sino al 23 dicembre 2022.

 

A 26 anni dall’ultima rassegna - tenutosi nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio - la mostra segna il ritorno del Maestro nella città di Firenze. Si tratta del primo progetto presentato al pubblico con cui Eduardo Secci e l’Archivio Gio’ Pomodoro avviano la loro collaborazione, che intende valorizzare e promuovere il lavoro dell’artista nel panorama italiano e internazionale.

 

L’occasione - volta alla conoscenza e alla diffusione della ricerca artistica di uno dei principali protagonisti della scultura del Novecento - si inserisce nel programma di iniziative della Florence Art Week, dal 16 al 24 settembre 2022.

 

Tra la fine degli anni Cinquanta e tutti i Sessanta, Gio' Pomodoro (1930, Orciano di Pesaro - 2002, Milano) è una figura centrale della scultura internazionale, che si distingue per le sue invenzioni, sperimentazioni e capacità di coniugare teoria e prassi.

 

L’idea delle serie “Tensioni” dapprima e “Folle” successivamente - con forme determinate dal disporsi di teli solidificati con gesso liquido e fuse in bronzo, ma anche realizzate con poliestere e marmo -, è un’azione che precorre ogni esperimento del movimento Anti-Form. Allo stesso modo, le grandi opere “Soli” destinate agli spazi pubblici del paesaggio urbano rappresentano una concezione “civile” della scultura tutt’oggi insuperata.