Harvest of Time: Monika Grzymala

Panoramica

La galleria Eduardo Secci è lieta di annunciare la mostra personale Harvest of Time di Monika Grzymala negli spazi espositivi di Milano, in Via Zenale, dal 23 settembre al 18 novembre 2022.

 

Monika Grzymala presenta un’inedita installazione site-specific, realizzata con nastro adesivo di colore argento, in dialogo con nuove opere che indagano il tempo in varie forme, esprimendo l'idea che il disegno sia un pensiero guidato dalla mano.

 

Suminagashi (line of flight), composto da oltre mille monostampe su carta sovrapposte in una pila alta quanto un corpo, è un lavoro concepito durante la pandemia e i lockdown tra il 2020 e il 2022. I fluttuanti disegni ad inchiostro stratificano il tempo e costruiscono un sedimento dell'esistenza dell'artista. 

 

Altri disegni, di grandi dimensioni, esplorano la gravità dell'inchiostro sulla carta e le opere Hand-Drawings si concentrano sul movimento delle mani dell'artista, che troviamo anche nei video mentre girano le centinaia di pagine con i disegni della serie The Book of Hours.

 

Tutte le opere in mostra sono manifestazioni del tempo, al confine con la memoria, che rappresentano segni dell'esistenza effimera attraverso il tocco dell'artista.

 

 

Monika Grzymala (1970, Zabrze, Polonia) vive e lavora a Berlino. Dopo aver frequentato un corso professionale di scultura e restauro, ha studiato arti figurative all’Università di Karlsruhe, Kassel e Amburgo. Le sue opere sono state esposte in mostre personali, che includono il Memphis Brooks Museum of Art, Memphis (2022); Musée d’art de Joliette, Joliette, Québec (2018); Reykjavík Art Museum, Reykjavík (2016); Hamburger Kunsthalle, Amburgo (2013); The Morgan Library & Museum, New York (2013). Tra le sue mostre collettive: Kunstverein Dessau, Dessau (2022); Hamburger Kunsthalle, Amburgo (2022); Kunstverein Salzburg, Salisburgo (2021); 18th Biennale of Sydney (2012); Des Moines Art Center, Iowa (2017); The Museum of Modern Art (MoMA), New York (2010); Reykjavík Art Museum, Reykjavík (2014). I lavori dell’artista sono stati acquisiti da numerose collezioni museali, tra cui il Brooklyn Museum, New York; Deutsche Bank Collection; Kunsthalle Hamburg, Amburgo; Kupferstich-Kabinett, Staatliche Kunstsammlung Dresden; 49 Nord 6 Est - Frac Lorraine, Metz.