Andrea Galvani at MATTATOIO

July 23 - October 25, 2020

 

Andrea Galvani at MATTATOIO 
Luglio 23 - Ottobre 25, 2020
 
Andrea Galvani presenta La sottigliezza delle cose elevate, un progetto interdisciplinare concepito come un laboratorio aperto al pubblico sviluppato specificatamente per lo spazio monumentale del Padiglione 9B del Mattatoio a Roma.
 
Construito tra il 1888-1891 dal celebre architetto Gioacchino Ersoch, il Mattatoio è considerato uno dei più importanti landmark industriali di Roma. Tra il 2002-2018, è stata la seconda sede del Museo di Arte Contemporanea MACRO, prima conosciuto come MACRO Future e poi come MACRO Testaccio, con una superficie espositiva pari a 6000 mq. Oggi, sotto la direzione dell' Azienda Speciale Palaexpo, il Mattatoio contrappone la sua storica e iconica struttura con alcune delle mostre più ambiziose e sperimentali nel panorama dell'arte contemporanea internazionale.  

La sottigliezza delle cose elevate [The Subtleties of Elevated Things] di Galvani è concepito come un laboratorio aperto, un ambiente sperimentale in costante e continua evoluzione. La mostra prende vita attraverso una serie di installazioni architettoniche, azioni e performance. Grazie alla collaborazione con i dipartimenti di Fisica, Matematica, Neuroscienze, Astrobiologia, Medicina Molecolare, Scienze Biochimiche e Ingegneria Elettronica dell'Università La Sapienza di Roma, insieme al CERN al gruppo analisi Virgo, l'artista porta al centro della sua ricerca i processi originali della ricerca scientifica, della coputazione e dell'analisi, mostrandoci cosa ci è normalmente invisibile. La sottigliezza delle cose elevate rispecchia l'impegno di Galvani nell'onorare il potere della conoscenza umana e al contempo enfatizzarne i limiti, circoscrivendo un perimetro di azione in continua espansione- in grado di apparire e di generarsi dalla sua stessa impossibilità.  
 
La Sottigliezza delle cose elevate by Andrea Galvani è la mostra che innaugura Dispositivi sensibili [Sensitive Devices], un programma di tre anni concepito da Angel Moya Garcia per il padiglione 9B del Mattatoio volto a esporre progetti di alcuni dei più importanti artisti internazionali.
 
2 Ottobre 2020
di 43