Ciò che resta

Curated by Marco Meneguzzo e Daniele Capra
2014

"Ciò che resta" è sempre meno importante di "ciò che non c'è più", ma "ciò che resta" è anche l'unica possibilità di evocare "ciò che non c'è più". Nel romanzo di Kazuo Ishiguro – "The Remains of the Day", "Quel che resta del giorno", appunto - il narratore ripercorre tutta la propria vita, nel momento in cui questa volge al termine, e anche nel famoso trittico prefuturista di Umberto Boccioni, "Quelli che restano" sono separati da "Quelli che vanno" da "Gli addii": due esempi disparati, tra i tantissimi, di quella malinconia piena di rimpianti verso qualsiasi cosa bella che non tornerà più, e che parzialmente riguarda anche l'ultima opera, anzi l'ultimo ciclo di opere di Paolo Grassino..." By Marco Meneguzzo

"Questo testo nasce dopo aver trascorso una giornata di visita allo studio di Paolo Grassino a Collegno, nelle vicinanze di Torino. Uno dei motivi che mi conduceva lì era la realizzazione di un'intervista sul suo lavoro da pubblicare nel catalogo che avete tra le mani. A distanza di giorni – constatando l'impossibilità di interrogare Paolo, dato il tono confidenziale ed intimo, e la reale mancanza di distanza tra di noi – ho deciso di eludere il compito che mi ero prefissato, scegliendo di descrivere l'esperienza della visita parlando esclusivamente dei luoghi e con un tono narrativo. Ho scelto quindi di occuparmi della cornice, del semplice contesto, di ciò che è periferico, laterale alla pratica artistica e anche curatoriale. Talvolta, infatti, è lecito prestare lo sguardo a dove nessuno butta mai gli occhi..." By Daniele Capra